All’estero dopo la specializzazione

Avevo iniziato a studiare tedesco durante la specializzazione, e durante la mia formazione avevo anche trascorso dei brevi periodi in Germania. L’idea di trasferirmi per un lungo periodo all’estero però, sebbene attraente, non mi convinceva del tutto: chissà quanto tempo avrei perso per i passaggi burocratici!? Inoltre, anche con una discreta conoscenza del tedesco, inevitabilmente avrei “perso” del tempo per ambientarmi.

Ma la cosa che più mi preoccupava, era il modo in cui cercare un lavoro all’estero, selezionare le giuste offerte, senza compiere una miriade di viaggi per colloqui di lavoro, con conseguente aumento dei costi. Insomma, alla fine ho finito la mia specializzazione in Italia, e ho pure avuto il mio primo contratto (a tempo determinato), non lontano da casa. Dopo i primi 6 mesi però, mi sono trovato di nuovo alla ricerca di un nuovo impiego da specialista e ho scoperto così per caso su internet, VenturaCareer.

Durante il primo colloquio su Skype, ho spiegato a Noemi e Daniel quali erano i miei indirizzi professionali e le mie preferenze geografiche e non solo. Così, un paio di mesi dopo, mentre avevo già le valigie pronte per un paio di concorsi in Italia, sono stato contattato da Noemi per un possibile impiego. L’offerta di lavoro corrispondeva esattamente a quello che avevo chiesto durante il colloquio su Skype ed ho deciso di fare un piccolo periodo di prova, durante il quale abbiamo anche avviato le procedure per il riconoscimento dei miei titoli all’estero.

L’aiuto di VenturaCareer non è consistito soltanto nella consulenza per quanto riguarda la parte burocratica, ma anche nel supporto durante i primi incontri con i dirigenti medici ed amministrativi dell’Ospedale in cui poi ho preso servizio. Il colloquio infatti è un momento delicato, nel quale tuttavia è importante cercare di chiarire al meglio tutti i punti del futuro contratto e l’appropriatezza del profilo da occupare. Ripeto sempre che una parte importante dell’ottimo lavoro fatto da Noemi e Daniel, è stata la loro presenza durante il mio primo colloquio di lavoro in tedesco.

Insomma, il risultato? Sono in Austria da 6 mesi, in condizioni lavorative migliori di quelle finora conosciute in Italia (quantomeno al Sud), ed ogni giorno ho la possibilità di confrontare le mie conoscenze ed abilità di base con un ambiente nel quale probabilmente non sarei mai arrivato senza il lavoro di recruitment di Ventura Career.

Francesco (medico specialista)

Un sogno realizzato…

Chi si trova su questo sito a leggere le recensioni sicuramente ha nella mente mille domande che lo assalgono. Le stesse domande che assalivano me qualche mese fa. Lascio il mio Paese, la mia casa, la mia famiglia? Imparo una nuova lingua senza avere in mano nessuna certezza su cosa questo porterà? Riuscirò da sola ad uscire da tutti i cavilli burocratici che si incontrano in un Paese nuovo, di cui si sa poco e del quale non si conosce (o magari solo poco) la lingua in cui i documenti sono scritti? Ed infine, potrò fidarmi ed affidare il mio futuro ad un’agenzia? Beh…la mia esperienza potrà forse aiutarvi a rispondere alle vostre domande.

Dopo aver conseguito l’abilitazione in Italia ho fatto le valigie ed ho varcato i confini del nostro Bel Paese. Una scelta in realtà maturata nel tempo, con l’unico obiettivo di ottenere una formazione, teorica e pratica, di alto livello. Ho iniziato a studiare il tedesco, di cui non conoscevo neanche una parola, e dopo mesi di corso intensivo ho superato l’esame per ottenere la certificazione. Nel frattempo cercavo di capire come potermi muovere per cercare un posto in specializzazione e, così come voi, mi sono imbattuta nel sito di VenturaCareer.

Con mille dubbi decido di inviare loro un’email. Resto colpita dalla quasi immediata corrispondenza e per il giorno dopo concordiamo un colloquio conoscitivo via Skype. Esperienza molto piacevole, informale ed utile.

Da quel momento decido di affiancare Noemi e Daniel al mio percorso e loro hanno seguito passo passo i miei step, consigliandomi, guidandomi, spingendomi quando necessario. Ho ottenuto grazie a loro la possibilità di frequentare un ospedale prima di sostenere l’esame di tedesco medico alla Camera dei medici. Un’esperienza impagabile.

Vivere e lavorare non è leggere un libro!

Superato l’esame, ottengo, dopo una sola settimana, il mio primo contratto! Lavoro da qualche mese qua in Austria ed incredibilmente tocco con mano quello che sognavo l’estero potesse darmi. Meritocrazia, concreta opportunità di imparare, di diventare un bravo medico!

Ogni mattina vado a lavoro col sorriso e non c’è regalo più grande che si possa ricevere! La famiglia si/ci raggiunge in poco e la tecnologia aiuta tanto! Nel contesto ci si integra con estrema facilità ed in più posso ora dire di aver trovato in Noemi e Daniel due amici! Grazie!

Un grande in bocca al lupo a tutti!

Antonietta (medico in specializzazione)

Austria: la mia chance con VenturaCareer

La mia storia inizia dopo la laurea in Medicina conseguita nel Marzo del 2013, periodo in cui il desiderio di fare nuove esperienze e conoscere nuove realtà lavorative si fece sempre più pressante. Nell’ Ottobre 2013 partii con un biglietto solo andata direzione Germania. Ai tempi non avevo preso minimamente in considerazione l’Austria e non sapevo dell’esistenza di VenturaCareer. I primi mesi sono stati una full immersion fra corso superintensivo di tedesco e tirocinio in ospedale, contemporaneamente stavo mandando le prime “Bewerbung” e rendendomi conto che i tempi non erano così brevi come avevo creduto e la strada non era così facile; la burocrazia in particolare era veramente complicata e macchinosa.

Sono venuta in contatto con Noemi e Daniel grazie ad un ex compagno di università che si era casualmente imbattuto nel loro sito internet. Mi venne proposto un colloquio di lavoro in un grosso ospedale e la possibilità di fare l’esame di lingua all’ordine dei medici nel giro di due settimane. Memore della mia esperienza in Germania mi sembrava tutto troppo facile e troppo “rose e fiori” per essere vero. Alla fine ho deciso di buttarmi e provare. Il colloquio è andato bene e così l’esame di lingua, in meno di un mese ero pronta per iniziare a lavorare. Noemi e Daniel si sono mostrati molto professionali, pazienti e gentili e mi hanno seguita passo passo per quanto riguarda la parte burocratica da sbrigare.

Ormai sono in Austria da un anno, ovviamente non è sempre stato facile, ed anche nel sistema austriaco ci sono pregi e difetti, però non tornerei mai indietro e quando mi confronto con i colleghi rimasti in Italia capisco di essere stata molto fortunata. La cosa che più mi piace dell’ Austria è la sua dinamicità ed il fatto che offre innumerevoli chance per migliorarsi e progredire nella propria carriera.

Quindi per adesso posso solo dire grazie a Noemi e Daniel per avermi aiutata ad iniziare questa avventura!!

A.F. (medico in specializzazione)