Un giovane medico italiano in Austria

Mi chiamo Leonardo, sono un giovane medico italiano che, come tanti altri colleghi, ha deciso di continuare la propria formazione post-Laurea all’estero.

I motivi che mi hanno spinto verso questa decisione sono molteplici: una formazione standardizzata e migliore, un ambiente lavorativo stimolante, diritti del medico rispettati, busta paga base più alta e straordinari e notti pagate. A questo aggiungo la crescita personale che mi porta l’imparare una nuova lingua e un nuovo modo di lavorare.

Ho diretto il mio interesse verso i Paesi di lingua tedesca perché, ad oggi, sono quelli con il sistema sanitario più dinamico e con un mercato del lavoro molto flessibile. In più la carenza di medici è alta.

Mi sono messo in contatto con Noemi e Daniel di VenturaCareer per avere informazioni sull’Austria. Sono stati veramente gentili nell’espormi con chiarezza i pro del lavoro in Austria.

Dopo solo sei mesi di studio della lingua tedesca ho avuto la possibilità grazie a VenturaCareer di affrontare il colloquio di lavoro presso l’ospedale dove attualmente presto servizio. Sempre disponibili per chiarimenti sulla parte burocratica da sbrigare, Daniel e Noemi si sono dimostrati molto preparati e precisi nel dare informazioni.

Consiglio per i giovani colleghi: se volete emigrare in Germania o Austria, imparate il tedesco (si può fare!) e contattate VenturaCareer!

Leonardo (medico specializzando)

L’importanza di trovarsi al posto giusto al momento giusto… E con le persone giuste!

Ero già con la valigia in mano, frustrato dalla situazione italiana, pronto a partire per mettermi in gioco in un altro paese senza un lavoro fisso, con tutte le difficoltà annesse e connesse.

E invece (potere dei social network) sono capitato per caso nel sito di VenturaCareer, che presentava un’offerta di lavoro adatta al mio profilo e mi sono deciso a presentare la mia candidatura.

Sono stato immediatamente contattato da Noemi e Daniel per il primo colloquio conoscitivo per confermare la mia idoneità per la posizione: più che un colloquio, una piacevole chiacchierata!

Il giorno seguente sono stato direttamente contattato dall’azienda al mattino,e nel pomeriggio stesso ho sostenuto un primo colloquio telefonico: anche questo è andato bene e dopo pochi giorni sono stato invitato direttamente dall’azienda per l’incontro finale a Vienna!

Quasi non ci credevo…

Fondamentali sono stati nei giorni successivi le indicazioni e i consigli fornitemi da Daniel e Noemi nell’organizzare il trasferimento e la permanenza a Vienna, oltre che ad aiutarmi a preparare al meglio il colloquio: una disponibilità ed una competenza che con altre agenzie con cui avevo avuto a che fare nei mesi precedenti non avevo mai riscontrato.

E così in pochi giorni, sono riuscito ad ottenere un buon lavoro, quasi senza rendermene conto, oltre a conoscere due persone capaci di trasmettere un senso di empatia con chi, come me, si trova nella situazione di dover affrontare tutto ciò che comporta la ricerca di una nuova vita e di un futuro in un paese diverso.

J.P. (informatico)