Specializzazione medica: in Austria si può!

All’inizio del nostro percorso c’erano ovviamente tanti dubbi e incertezze a riguardo. La scelta di ripartire un’altra volta è stata difficile per noi che già alcuni anni fa abbiamo dovuto studiare un’altra lingua, prendere la valigia e lasciare il nostro paese, l’Albania, con l’obbiettivo di studiare medicina in una buona università Italiana.

Dopo la laurea in Italia sembrava purtroppo impossibile poter continuare a seguire il nostro sogno, una formazione medica specialistica di alta qualità ed una vita insieme, cosi abbiamo iniziato con lo studio del tedesco con l’obiettivo di partire verso Germania. Con le difficoltà di poter trovare un posto almeno nella stessa città in Germania, avendo input positivi in zone diverse e lontane si cominciava a demoralizzarsi ed ad essere stanchi.

Casualmente abbiamo scoperto il sito di VenturaCareer e conosciuto Noemi e Daniel, due persone serie ed affidabili, che ci hanno aperto una nuova finestra proponendoci la strada dell’Austria – il paese delle possibilità. La loro disponibilità e il supporto professionale ci sono stati di grande aiuto nella nostra decisione e nel nostro percorso.

Ad essere sinceri non è stato facile, come ogni cambiamento anche questo ci ha portato a confrontarci con varie sfide che si sono rivelate poi in grandi soddisfazioni. Qui abbiamo trovato quello che si cercava: lavoro nello stesso ospedale, ottima formazione specialistica e infinite opportunità per il futuro professionale.

A tutti i giovani medici interessati alla formazione specialistica in Austria raccomandiamo di affidarsi a VenturaCareer!

Viola e Leo (medici specializzandi)

Medici in coppia dalla Toscana all’Austria

Tutto è iniziato esattamente ad agosto 2014, quando abbiamo impacchettato armi, bagagli e sogni e siamo partiti alla volta dell’Austria.

Avevamo contattato Noemi e Daniel all’inizio di marzo, dopo esserci imbattuti nel sito di VenturaCareer a dire il vero quasi per caso. Già da prima del conseguimento dell’abilitazione, nel febbraio 2014, ci eravamo interessati alle prospettive lavorative al di fuori dell’Italia, dove le sudicerie dell’Università e il caos del Ministero ci avevano fatto cascare le braccia. Volevamo fare i medici, vivere la nostra vita insieme e non a chissà quanti chilometri di distanza l’uno dall’altro a causa di un concorso-lotteria.

Soprattutto, volevamo essere liberi di scegliere.

Noemi e Daniel ci sono piaciuti subito: seri, professionali, concreti, ma anche incredibilmente disponibili e pronti all’amicizia. Ci hanno parlato delle possibilità che offriva l’Austria, che a noi sembravano troppo belle per essere vere! Abbiamo deciso di partire, e in un anno è cambiato tutto.

Per mesi c’è stato solo il tedesco: è stata dura, ma quanto ne è valsa la pena! Ad aprile 2015 abbiamo firmato il primo contratto di lavoro. Qui il lavoro viene rispettato e valorizzato, le prospettive di carriera abbondano ed integrarsi è molto semplice.

Noemi e Daniel ci hanno accompagnato passo dopo passo in questo percorso, impegnativo ma pieno di soddisfazioni, sempre disponibili e competenti.

Siamo felici di quello che abbiamo fatto, siamo liberi, e di questo non li ringrazieremo mai abbastanza.

Marta e Andrea (medici specializzandi)